Siamo presenti su

Materiali e componenti per l’efficienza energetica degli edifici

Elisa Pennacchia, Giuseppe Piras

1° Edizione - Ottobre 2018

Num. pagine: 304

Quadro normativo relativo all’efficienza energetica - Requisiti e strati funzionali dell’involucro edilizio - Materiali e sistemi per efficientare l’involucro opaco e trasparente - Sistemi integrati di produzione energetica da fonti rinnovabili - Valutazioni tecniche di materiali e sistemi per l’involucro edilizio

Schede comparative dettagliate di materiali e sistemi per l'involucro edilizio

€ 50,00

Quest'Opera fornisce gli strumenti necessari per individuare - sin dalle fasi iniziali del percorso di definizione del progetto - opportune soluzioni tecnico-costruttive e tecnologiche per edifici ad elevata efficienza energetica, in cui il raggiungimento del comfort termo-igrometrico, acustico e luminoso non è demandato esclusivamente all'impiantistica.
Sono raccolte in maniera critica le attuali migliori tecnologie per efficientare l'involucro edilizio - con schede tecniche comparative per i più significativi esempi di materiali e sistemi presenti sul mercato, completate da dettagliate descrizioni utilizzabili come voci di capitolato tecnico - con l'obiettivo di costituire un prezioso supporto per tecnici e progettisti, sia in caso di nuova costruzione che di ristrutturazioni importanti.
L'analisi parte dalle condizioni climatiche, microclimatiche e geografiche dell'area di progetto, per poter sfruttare tali caratteristiche geomorfologiche come risorse, in modo da conseguire una significativa riduzione dei consumi energetici anche attraverso soluzioni "passive", che permettano la riduzione dei carichi termici cui gli impianti devono sopperire.
Una particolare attenzione è stata rivolta a quei sistemi e materiali che, per le loro peculiarità, possono essere utilizzati anche in caso di edifici soggetti a vincoli architettonici e/o paesaggistici.
Uno spazio specifico è altresì dedicato alla descrizione dei criteri ambientali minimi in edilizia, i c.d. "CAM", che inducono le pubbliche amministrazioni a costituire i primi modelli virtuosi.