Siamo presenti su

Esempi di Progettazione Antincendio

Antonio La Malfa, Roberto La Malfa, Salvatore La Malfa, Vasco Vanzini

4° Edizione - Aprile 2021

Num. pagine: 736

Con le regole tecniche tradizionali, il Codice di Prevenzione incendi e le RTV

4a edizione completamente riveduta in base al Codice di Prevenzione Incendi aggiornato con i decreti Ministro dell’Interno 18/10/2019, 14/02/2020, 06/04/2020, 15/05/2020 e 10/07/2020

27 esempi su casi reali frequenti nella pratica, con le principali attività soggette e le diverse casistiche procedimentali - Guida alla definizione dei profili di rischio, dei livelli di prestazione e delle strategie antincendio - Soluzioni progettuali conformi e soluzioni alternative con il metodo dell’ingegneria della sicurezza antincendio - Progettazione di impianti di estinzione a idranti, rivelazione incendio e di sistemi SENFC, SEFFC ed EVAC - Calcolo delle curve naturali d’incendio e della resistenza al fuoco di strutture in acciaio, calcestruzzo armato e legno

€ 80,00

Offerte risparmio

Pacchetto ANTINCENDIO

In offerta a:

Pacchetto NUOVO CODICE DI PREVENZIONE INCENDI

L'Opera costituisce uno strumento rigoroso e affidabile a disposizione dei professionisti chiamati a trovare idonee risposte alle più disparate situazioni di progettazione antincendio, in applicazione delle regole tecniche tradizionali, del Codice di Prevenzione Incendi o delle specifiche regole tecniche verticali (RTV), per le attività che ne sono dotate.
Sono proposti 27 esempi reali, appositamente elaborati e riguardanti casi frequenti nella pratica, che - oltre a coprire le principali attività soggette ai controlli dei Vigili del Fuoco e le casistiche procedimentali - approfondiscono con dettaglio e chiarezza tutte le possibili misure attive e passive di protezione antincendio.
Il professionista è accompagnato nel corretto percorso che, dalla valutazione del rischio incendio, porta a determinare il profilo di rischio dell’attività, ad attribuire i livelli prestazionali e a definire efficacemente le soluzioni, conformi o alternative, in grado di soddisfare gli obiettivi, sfruttando al meglio le potenzialità della progettazione prestazionale.
La presenza di un indice ragionato e di un quadro sinottico con guida alla lettura di ciascun esempio, agevolano la consultazione e rendono facile e veloce il reperimento dei temi di interesse.
Si tratta dunque di un fondamentale ausilio operativo per progettisti, consulenti e funzionari tecnici dei Vigili del Fuoco, oltre che di un presidio didattico ottimale nei corsi formativi e di aggiornamento.
In questa quarta edizione sono stati introdotti nuovi esempi relativi a uno stabilimento industriale per la realizzazione di componenti meccanici, a un deposito di pneumatici e alla progettazione di un sistema fisso automatico di rivelazione e segnalazione di allarme incendio e di un sistema EVAC a servizio di un’attività ricettiva. Sono stati inoltre aggiornati ai decreti emanati nel 2020 gli esempi riferiti alle RTV per uffici, alberghi, autorimesse, scuole, asili nido, edifici sottoposti a tutela.

NOVITÀ DI QUESTA EDIZIONE

In questa quarta edizione, oltre ad essere stati perfezionati generalmente alcuni argomenti e figure, sono stati fortemente modificati alcuni esempi già presenti nella terza edizione; in particolare, si tratta di:

1. scuola primaria (Esempio 23);
2. asilo nido (Esempio 3) a seguito della recente emanazione del D.M. 06/04/2020, meglio noto come RTV 9;
3. autorimessa (Esempio 12) a seguito della recente emanazione del D.M. 15/05/2020, meglio noto come nuova RTV 6;
4. palazzo storico adibito a sale espositive e convegni (Esempio 18) a seguito della recente emanazione del D.M. 10/07/2020, meglio noto come RTV 10.

Sono stati altresì inseriti i tre seguenti nuovi esempi:

  • deposito di pneumatici (Esempio 25) nel quale è stata trattata la determinazione della velocità caratteristica da prevalente di crescita dell’incendio e del tempo tα sviluppando il procedimento, secondo quanto prescritto nel paragrafo G.3.2.2 dell’allegato al D.M. 18/10/2019, che considera le indicazioni fornite nella norma UNI EN 12845;
  • attività produttiva complessa suddivisa in più compartimenti adibiti a lavorazione, deposito e uffici (Esempio 26), dove sono eseguite lavorazioni meccaniche a freddo, nella quale si vogliono apportare significative modifiche che comportano un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza antincendio; in tale edificio industriale, sarà altresì presentata la valutazione del rischio incendio secondo i dettami del paragrafo G.2.6.1 dell’allegato al D.M. 18/10/2019;
  • progettazione di un sistema fisso automatico di rivelazione incendio e segnalazione di allarme incendio a servizio di un’attività ricettiva (Esempio 27), nella quale è stato tenuto conto delle indicazioni contenute nel capitolo S.7 dell’allegato al D.M. 18/10/2019 e nel capitolo V.5 dell’allegato al D.M. 14/02/2020, nonché la progettazione di un sistema di allarme vocale per scopi di emergenza (Sistema EVAC) che sempre più frequentemente viene impiegato nelle attività caratterizzate dalla presenza di un numero elevato di persone.